Articoli recenti

Commenti recenti

Archivi

Categorie

Meta

Sei su Home Weblog » Collezioni » Incarti

Incarti

L’uso degli incarti risale agli inizi degli anni ’40. La loro funzione non è solo pubblicitaria, come è facile pensare notando la varietà e l’originalità dei disegni, ma è anche quella di proteggere il frutto durante il trasporto, evitando in questo modo di venire a contatto con eventuali frutti guasti. Naturalmente l’uso degli incarti richiede dei costi in più, quindi saranno privilegiati frutti più costosi e di qualità.

Dal punto di vista strutturale ed iconografico un incarto è un foglio quadrangolare di carta velina. Il disegno che offre il messaggio pubblicitario è situato al centro e in un’area circolare. Questo perché, avvolgendo l’arancio con l’incarto, è quest’area centrale che viene vista dall’acquirente. Non meno importante è la curiosità che un’arancia “vestita” con colori e immagini calde ed esotiche suscita nell’occhio umano. Si stacca, in un certo senso, dalle altre, richiamando su di sé l’attenzione.

Collezionare incarti non è impresa facile. La bassa consistenza della materia difficilmente permette di avere incarti integri. Sovente si strappano, si spiegazzano irrimediabilmente. In questi casi si adopera un ferro da stiro freddo o si mettono sotto peso per un certo periodo di tempo. Il modo migliore per conservarli è un album o un quaderno con fogli mobili in plastica in un ambiente asciutto.

La galleria si compone di 14 di incarti. Ogni pagina conterrà al massimo 2 immagini, per un totale di 4 pagine. Alcuni incarti sono stati “tagliati” durante la scansione, perché troppo grandi. La parte tagliata, comunque, fa parte del bordo bianco o senza immagini.

Incarto Incarto
Incarto Incarto

Vai a pagina 2 ».