Articoli recenti

Commenti recenti

Archivi

Categorie

Meta

Sei su Home Weblog » Tecnica » Catalogazione

Catalogazione

Qui di seguito intendo offrire dei consigli pratici sulla catalogazione delle etichette, consigli che derivano unicamente dall’esperienza personale. Resta, beninteso, il fatto che ogni collezionista segue un proprio modus operandi e che, quindi, creare regole vere e proprie risulterebbe arduo e controproducente. Suggerisco a eventuali collezionisti di etichette che visiteranno questo sito di inviarmi informazioni sui loro metodi di catalogazione, così da poterli inserire nella presente sezione.

Materiale occorrente

Il materiale che dovrete procurarvi è di semplice reperibilità:

Istruzioni

Per prima cosa attaccate le vostre etichette sul foglio. Consiglio di usare i fogli per adesivi in modo che le etichette rimangano nel loro “ambiente naturale”. Se l’adesivo- come spesso accade- ha perduto parte della sua efficacia, aggiungetevi della normale colla per carta. Fate attenzione che il retro dell’etichetta sia pulito: specialmente se il bollino proviene da un kiwi, sull’adesivo sarà rimasta della peluria che, una volta applicata l’etichetta al foglio, produrrà delle piccole protuberanze, rovinandola.
Prendete poi la squadra- o il righello- e la taglierina e ritagliate una cornice di pochi mm (non più di 6, comunque) attorno all’etichetta, così da ottenere una sorta di quadretto.
A questo punto potete inserire il bollino nel vostro raccoglitore.

Se poi volete dare un tocco più professionale- e maniacale- al tutto, prendete anche una pinzetta e una lente d’ingrandimento. La pinzetta vi sarà utile per poter inserire e disinserire la vostra etichetta nel raccoglitore, evitando così di rovinarla, mentre la lente si rende necessaria qualora non sia possibile riconoscere a prima vista tutti gli elementi del bollino.

Leggi i miei suggerimenti sui criteri di catalogazione.